Anteprima – Non ditelo allo scrittore – Omaggio #8

non ditelo allo scrittoreNon ditelo allo scrittore

Deve scrivere nell’ombra
I libri sono il suo rifugio
Perché loro hanno tutte le risposte

A Vani basta notare un tic, una lieve flessione della voce, uno strano modo di camminare per sapere cosa c’è nella testa delle persone. Una empatia innata che Vani mal sopporta, visto il suo odio per qualunque essere vivente le stia intorno. Una capacità speciale che però è fondamentale nel suo mestiere. Perché Vani è una ghostwriter. Presta le sue parole ad autori che in realtà non hanno scritto i loro libri. Si mette nei loro panni. Un lavoro complicato di cui non può parlare con nessuno.  Solo il suo capo sa bene qual è ruolo di Vani nella casa editrice. E sa bene che il compito che le ha affidato è più di una sfida: deve scovare un suo simile, un altro ghostwriter che si cela dietro uno dei più importanti romanzi della letteratura italiana. Solo Vani può trovarlo, seguendo il suo intuito che non l’abbandona mai. Solo lei può farlo uscire dall’ombra. Ma per renderlo un comunicatore perfetto, lei che ama solo la compagnia dei suoi libri e veste sempre di nero, ha bisogno del fascino ammaliatore di Riccardo. Lo stesso scrittore che le ha spezzato il cuore, che ora è pronto a tutto per riconquistarla. Vani deve stare attenta a non lasciarsi incantare dai suoi gesti. Eppure ha ben altro a cui pensare. Il commissario Berganza, con cui collabora, è sicuro che lei sia l’unica a poter scoprire come un boss della malavita agli arresti domiciliari riesca comunque a guidare i suoi traffici. Come è sicuro che sia arrivato il momento di mettere tutte le carte in tavola con Vani. Con nessun’altra donna riuscirà mai a parlare di Chandler, Agatha Christie e Simenon come con lei. E quando la vita del commissario è in pericolo, Vani rischia tutto per salvarlo. Senza sapere come mai l’abbia fatto. Forse perché, come ha imparato leggendo La lettera scarlatta e Cyrano de Bergerac, ogni uomo aspira a qualcosa di più grande, che rompa ogni schema della razionalità e della logica. Vani è ormai uno dei personaggi più amati dai lettori italiani. Dopo il successo dell’Imprevedibile piano della scrittrice senza nome e di Scrivere è un mestiere pericoloso, Alice Basso torna con la perfezione e l’originalità di uno stile che le ha portato l’ammirazione della stampa più autorevole. Un nuovo romanzo, stesse caratteristiche imperdibili: libri, indagini, amore e una protagonista che diventerà come un’amica un po’ strana che non riuscirete più ad abbandonare.

Recensione

Scrivere è una faccenda troppo personale.

Nel ventesimo anniversario di Verrò a trovarvi sul lago, Enrico fa una scoperta sconcertante. L’intenzione di ripubblicare il capolavoro del secolo si sgretola tra le dita quando si rende conto che probabilmente dietro quel romanzo non c’è l’autore che per anni si è vantato di averlo scritto ma un ghostwriter. E chi meglio di un altro ghostwriter può scovare un suo simile? Naturalmente è su Vani che cade questo arduo compito. Peccato che il vero autore di Verrò a trovarvi sul lago è tutto fuorchè un amabile autore di capolavori. Nello sfondo di questa terza missione di Vani Sarca troviamo il piacente Riccardo Randi, ancora innamorato della nostra eroina, e Romeo Berganza alle prese con un caso delicato e pericoloso.

Lara mi guarda scandalizzata come se il fatto che io possiedo un utero mi rendesse automaticamente più qualificata del genitore delle pesti a prendermi cura di loro.

Non ditelo allo scrittore è il terzo romanzo che vede protagonista Vani Sarca, sociopatica dark e ghostwriter eccezionale. Quello che ci troviamo davanti è la crescita di Vani da adolescente ad adulta, con tutte le conseguenze del caso. Il romanzo si divide tra passato e presente, mostrando a noi lettori una Vani precaria, che si sente fuori posto in qualsiasi situazione e con una famiglia che di certo non l’aiuta. L’unica persona ad averla a cuore pare essere un nuovo insegnante di inglese che riesce a leggerla dentro come nessun altro osa fare. E’ Reale che ha in qualche modo condizionato la vita di Vani, spronandola a essere se stessa anche quando alla società non piace.

Sono o non sono padrona di marcire in pace nelle mie vesti nere di Vani Sarca del cazzo?!

Ma conoscendo Edoardo Marotta, vero autore di Verrò a trovarvi sul lago, capirà che tipo di donna vuole essere da quel momento in avanti. Perchè diciamolo, Marotta è un vero disastro nei rapporti interpersonali. Ancor più di Vani, che ha il buon senso di non spalare merda gratuita sul malcapitato di turno a patto che non sia Riccardo.

Non che mi piacciano, queste gite all’interno dei crani degli pseudoscrittori di turno: di solito il contenuto di quei crani non è granché, lasciatemelo dire.

Ritroviamo i nostri personaggi preferiti anche se leggermente defilati. Irma e Morgana, rispettivamente l’ottuagenaria e l’adolescente copia di Vani, Ivano e infine il nostro amatissimo Berganza. Ah, Romeo! Mentre leggevo pensavo: “cavoli, per essere Una Che Capisce Vani ha proprio i prosciutti sugli occhi”.

E’ inutile tergiversare, io faccio il tifo per la liaison Sarca-Berganza e spero che prima o poi i miei desideri vengano esauditi! #teamberganza per sempre! E mi fermo qua altrimenti sarei capace di spoilerare metà romanzo e già vedo orde di gente pronte a farmi la pelle!

E niente, dovete assolutamente leggere TUTTI i libri di Alice Basso. Il suo stile, la sottile ironia, il turpiloquio che caratterizza Vani, Torino senza dimenticare libri e canzoni citate… già solo per questo varrebbe la pena darle una possibilità, non credete?

La devo smettere di frequentare la polizia. Mi fa venire delle pulsioni strane, come la curiosità e la voglia di risolvere le incognite. Preferivo quando ero solo una a cui non fregava mai un accidente di niente.

#2017readingchallenge


Acquistami: Non ditelo allo scrittore

[penci_review]


Ringrazio Roberta e tutta la casa editrice Garzanti per l’omaggio e per avermi dato la possibilità di collaborare con voi.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: