Black – The Hunter

BlackBlack – The Hunter

“Black – The Hunter” è il racconto spin off di “Helena” e nasce per conoscere meglio la vita di alcuni cacciatori di vampiri che accompagnano Helena nel suo percorso.

Nella scuola superiore di Barnet arriva un ragazzo dall’aria tenebrosa. Sempre solo e taciturno, Sam, inizia a passare inosservato, ignorato da tutti tranne che da lei, Liz, che riuscirà a penetrare le sue difese e a conoscerlo davvero come pochi, fino a spingersi oltre.
“Aveva ragione Sam a non volermi nella sua vita, perché era terribile e piena di sofferenza, era un’esistenza tinta di nero.” Un’altra realtà, un altro mondo, una consapevolezza difficile da gestire: non siamo soli, l’oscurità è dietro l’angolo e può cogliere chiunque, lasciando un segno indelebile sul corpo e nell’anima. Vampiri.

Solitamente adoro le storie di vampiri, licantropi, cacciatori e donne in pericolo. Ma queste scarse 50 pagine mi son sembrate scritte da un adolescente che ha visto troppi film. Chiariamo, non è scritto male. E’ la storia che è troppo scontata. Innanzitutto le storie d’amore vanno sviluppate, così come le storie dei singoli personaggi. Non mi si può piazzare dal nulla un bel tenebroso-ma nemmeno tanto e dopo due pagine farlo innamorare pazzamente di una scartina del liceo. E ovviamente il bel tenebroso-ma nemmeno tanto, ha un fratello altrettanto tenebroso e un fratello di dodici anni che, guarda un po’, sono cacciatori di vampiri. E quando arrivano i vampiri? Nell’unica sera in cui la donzella in pericolo Liz decide di uscire dalla sua zona di confort. E ripensate un po’ chi la salva? Ma certo! I fratelli Black! Sam Black – The Hunter!

Niente da fare, questo spin-off non è per me. E non credo che leggerò la serie di cui fa parte.

2 stelle

#2016bingoreadingchallenge

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: