Città di carta

città di cartaCittà di carta

Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un’inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all’improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un’avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l’hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l’ultima.

E niente, Città di carta l’ho letto in dodici ore. Sì, voglio andare a vedermi il film che non ho ancora visto ma vorrei andare a vedere il prima possibile. E sì, John Green non delude mai. Città di carta è un mix tra mistero e consapevolezza. Immaginate quattro adolescenti che decidono di voler risolvere il mistero sulla scomparsa della quinta adolescente, Margo, e che compiono avventure che diversamente non avrebbero mai compiuto se non fosse stato per Margo. Ma immaginate anche un’adolescente che scappa alla viglia del diploma perchè sente che intorno a lei vivano persona di carta nella sua città di carta e con sentimenti di carta. La descrizione della città di Orlando, Disney World, Q, Margo, Radar, Ben e infine Lacey. Questi sono i protagonisti di Città di carta.

Non lo consiglio, di più! Se non avete mai letto niente di John Green vi consiglio Colpa delle stelle, Cercando Alaska e infine Città di carta. Ma non fatevi scappare nemmeno Teorema Catherine (manca anche a me).

Un libro diventato un film

#2015readingchallenge

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: