E l’eco rispose

ecoE l’eco rispose

Sulla strada che dal piccolo villaggio di Shadbagh porta a Kabul, viaggiano un padre e due bambini. Sono a piedi e il loro unico mezzo di trasporto è un carretto rosso, su cui Sabur, il padre, ha caricato la figlia di tre anni, Pari. Sabur ha cercato in molti modi di rimandare a casa il figlio, Abdullah, senza riuscirci. Il legame tra i due fratelli è troppo forte perché il ragazzino si lasci scoraggiare. Ha deciso che li accompagnerà a Kabul e niente potrà fargli cambiare idea, anche perché c’è qualcosa che lo turba in quel viaggio, qualcosa di non detto e di vagamente minaccioso di cui non sa darsi ragione. Ciò che avviene al loro arrivo è una lacerazione che segnerà le loro vite per sempre. Attraverso generazioni e continenti, in un percorso che ci porta da Kabul a Parigi, da San Francisco all’isola greca di Tinos, Khaled Hosseini esplora con grande profondità i molti modi in cui le persone amano, si feriscono, si tradiscono e si sacrificano l’una per l’altra. Seguendo i suoi personaggi e le ramificazioni delle loro vite e delle loro scelte, la storia si snoda in un quadro sempre più ampio e carico di emozioni da cui il lettore resta totalmente catturato.

Faccio una premessa. Mille splendidi soli e Il cacciatore di aquiloni sono due libri magnifici. Li ho divorati in un paio di giorni, non avrei mai voluto smettere di leggerli.

E l’eco rispose invece l’ho trovato pesante. Ogni capitolo è una voce narrante diversa, che racconta la propria storia. Tutto inizia a Shadbagh con Abdullah e Pari che vanno verso Kabul. Da questo momento in poi è tutto u susseguirsi di mezze verità e racconti che apparentemente non hanno niente a che vedere l’uno con l’altro.

L’ho trovato pesante perchè non c’è continuità. Nel primo capitolo vediamo i due bambini, nel secondo lo zio, nel terzo la matrigna e così via. Ma ogni capitolo è una storia a sè, collegata alle altre dai personaggi stessi. Nessuna storia viene approfondita, le location sono appena accennate e Kabul, che ho imparato ad amare con le storie di Hosseini, questa volta non mi ha suscitato alcun emozione.

E l’eco rispose ha suscitato un enorme successo ma a mio avviso tutta la eco che han fatto attorno non vale la pena. Non mi ha emozionata come i primi due ma se li avete letti non può mancare nella vostra lista di libri da leggere!

#2015readingchallenge

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: