I Medici. Una regina al potere

I Medici. Una regina al potereI Medici. Una regina al potere

Francia, 1536. Quando il delfino, Francesco di Valois, viene ucciso, la posizione di Caterina de’ Medici a corte si complica. È la prima a essere sospettata dell’assassinio. Ma Francesco I, sovrano di Francia, crede alla sua innocenza e anzi, la spinge a rafforzare la sua posizione in vista del momento in cui, al fianco di Enrico II, dovrà regnare. Caterina si sente però debole, e non solo perché il marito le preferisce l’amante, la bellissima e temibile Diana di Poitiers, ma anche perché non riesce ad avere figli. Convinta di essere vittima di una maledizione, incarica Raymond de Polignac, valoroso comandante dei picchieri del re, di trovare Nostradamus, personaggio oscuro e inviso a molti, ma noto per le sue abilità di astrologo e preveggente. Lui è l’unico che potrà aiutarla a diventare madre. Fra intrighi di corte, tradimenti, umiliazioni e soprusi, Caterina attende con tenacia, finché non darà alla luce il primo dei suoi figli. Alla morte di Francesco I, quando la guerra di religione incombe, Caterina, ormai regina, non esita a stringere alleanze pericolose, complici le profezie di Nostradamus. La violenza scatenata dai cattolici contro i riformati in seguito alla congiura di Amboise è solo l’inizio di un conflitto destinato a culminare nella tragica notte di San Bartolomeo, quando le strade della capitale s’imporporeranno del sangue degli infedeli e Caterina, reggente di Francia dopo la morte di Enrico II, perderà tutto ciò che ha amato…

Recensione

Ciao lettori! Siamo giunti all’ultimo capitolo dedicato alla dinastia medicea con I Medici. Una regina al potere. Facciamo così la conoscenza di Caterina, una donna che diventerà regina e regnerà per circa trent’anni. Ma la sua ascesa al potere è tutto fuorchè facile e felice. Tradita dal marito con la favorita Diana, protetta solo dal re Francesco I, straniera in terra straniera e mai davvero accettata dal popolo.

L’avevano dipinta come mercantessa, eretica, adoratrice del diavolo, corruttrice, assassina. Ma nessuna di quelle definizioni, pensò, rendeva ciò che era sempre stata e non avrebbe mai voluto essere: una donna sola.

Al fianco della regina troviamo il fedelissimo Polignac, picchiere della corona e guardia del corpo personale di Caterina, e Nostradamus, che con le sue profezie aiuta la regina a governare al meglio. Le decisioni che Caterina dovrà prendere non saranno sempre giuste e spesso porteranno alla morte persone innocenti ma resta in ogni caso una donna forte, disillusa dall’amore, vendicativa e poco affascinata dal potere.

Avrebbe governato. Come Lorenzo il Magnifico. Come Cosimo il Vecchio. Si sarebbe battuta per salvare il suo paese, che era la Francia, e per onorare la memoria di suo marito e del grande re Francesco I.

Caterina si ritrova a dover governare un paese dopo la morte del re Francesco I, osteggiata dalla continua presenza di Diana e dal fatto che non riesce ad avere figli. Questo e molto altro fa parte della storia di una grande donna che, nonostante tutto, si è rivelata una grande Regina in un pessimo periodo storico, dove la guerra di religione ha trovato maggior sfogo.

Non è un problema di denaro o di titoli o di terre. È un problema di libertà. È un problema di princìpi inalienabili come la scelta di una religione.

Con questo capitolo si conclude la trilogia firmata da Matteo Strukul. Con molto dispiacere non sono riuscita a far firmare la mia copia del libro, nonostante io lo avessi portato con me a Tempo di Libri. L’evento a lui dedicato era pieno di persone e ho dovuto desistere dall’assistervi e ahimè non sono riuscita nemmeno a beccarlo allo stand della Casa Editrice. Pazienza, mi rifarò a Torino se dovesse venire.

Consiglio a chiunque non l’avesse fatto di leggere questa fantastica trilogia. Non solo perchè racconta una parte di storia che mi ha sempre affascinata ma anche perchè racconta di una famiglia tutta italiana che molto ha dato al nostro paese.

Solo un pazzo potrebbe non tenerli in grande considerazione e non essere loro grato per quello che ci hanno lasciato: Firenze.

#2017readingchallenge


Acquistami: I Medici. Una regina al potere

[penci_review]

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: