La fabbrica delle meraviglie

La fabbrica delle meraviglieLa fabbrica delle meraviglie

In una notte di nebbia Katharine arriva in una misteriosa tenuta vittoriana con l’incarico di controllare che l’eccentrico zio Fredrik non stia dilapidando il patrimonio di famiglia. Convinta di incontrare un uomo sull’orlo della follia scopre invece che lo zio è un geniale inventore e sostenta una vivace comunità di persone straordinarie come lui, salvate dai bassifondi di Londra. Aiutato dal giovane e affascinante Lane, George realizza creazioni fantasmagoriche: pesci meccanici, bambole che suonano il pianoforte e orologi dai mille ingranaggi. Ma Katharine comprende ben presto che una trama di interessi oscuri minaccia il suo mondo pieno di meraviglie e, forse, il destino di tutta l’Inghilterra. Una storia di formazione ricca di suspense e avventura, con una incantevole protagonista divisa tra ragione e sentimento. Una nuova Jane Eyre, un destino da riscrivere La vita è come un orologio. Non è mai troppo tardi per avere la tua occasione. Basta portare indietro le lancette.

Unico motivo di scelta è stata la copertina. La trovo a dir poco fantastica! La fabbrica delle meraviglie però non è stato esattamente come mi aspettavo, è stato persin meglio! Di solito scelgo i libri senza un criterio logico, vado ad intuito. Erano mesi che corteggiavo La fabbrica delle meraviglie chiedendomi quali fossero le meraviglie al suo interno. Il fatto che sia ambientato in un’epoca del passato dove le fanciulle portavano ancora la cuffietta mi ha fatto sorridere perchè immaginavo fosse ambientato tutto nella storia più recente. Immaginatevi il mio stupore! Uno dei periodi dove l’Inghilterra mi piace di più.

Katherine in ogni caso è una sprovveduta ed è anche piuttosto antipatica con i suoi modi aristocratici e snob. A metterla al suo posto però ci pensa Lane (amore a prima vista, anzi a prima lettura), assistente devoto dell’eccentrico zio Fredrick. Katherine si trova catapultata in un mondo diverso da suo, dove incontra persone meravigliose e scopre quanto suo zio sia strepitoso seppur strampalato.

Si troverà a dover prendere decisioni infelici, difficili e anche pericolose. Rischierà la sua vita per queste decisioni, decisioni che non dipendono da lei ma dalla perfida zia Alice. La storia nella storia è intrigante e piena di colpi di scena. Mi aspettavo un romanzetto leggero, di quelli da leggere sotto l’ombrellone e invece si è rivelato un romanzo interessante

#2015readingchallenge

[penci_review]

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: