La tela dell’assassino – Omaggio #14

La tela dell'assassinoLa tela dell’assassino

Lizzy Gardner è felice. Ha appena trascorso una serata romantica con Jared, il suo ragazzo. Ma poco dopo averlo salutato per tornare a casa, il suo sorriso si spegne e per la diciassettenne inizia l’incubo. Lizzy viene rapita e la mattina successiva si risveglia incatenata e imbavagliata, in balia delle perversioni di un serial killer soprannominato l’Uomo Ragno, che terrorizza le sue prede prima di ucciderle. Lizzy però riesce a sfuggire alla morte, unica tra le vittime designate, anche se la polizia non troverà mai quell’assassino spietato. Quattordici anni dopo, Lizzy è un’investigatrice privata che nel tempo libero insegna tecniche di autodifesa a ragazze giovani. Ha tentato di lasciarsi alle spalle il suo ingombrante passato, di dimenticare di essere “l’unica che è riuscita a scappare”. Ma una telefonata di Jared, diventato nel frattempo un agente speciale dell’FBI, sconvolge di nuovo la sua vita. L’Uomo Ragno è tornato in azione, e ha un unico obiettivo: ritrovare Lizzy e chiudere i conti di un gioco mortale iniziato molto tempo prima.

Recensione

Prima di iniziare questa recensione mi sento in dovere di fare un paio di premesse che non saranno del tutto piacevoli.

Prima cosa: concordanza. Non puoi scrivermi nella sinossi una cosa e nel libro una diversa, anche se il significato è lo stesso. L’assassino o lo chiami Spiderman come nel libro o l’Uomo Ragno come in sinossi.

Seconda cosa: ho ricevuto l’ebook in omaggio e qualcuno potrà pensare che, avendolo ricevuto gratis, io non abbia alcun diritto di lamentarmi. E invece no. Io mi lamento eccome. Refusi, errori di battitura e simili di cui il libro è pieno mi ha infastidita. Non ha importanza che io abbia comprato o meno La tela dell’assassino, il risultato non cambia.

E ora posso parlarvi del libro che, come vedrete dalla mia valutazione, non ha ottenuto un punteggio molto alto. Il motivo è banale, così come la storia. Lizzy viene rapita e dopo due mesi riesce a scappare. Dopo quattordici anni, l’assassino torna a uccidere e Lizzy viene nuovamente coinvolta. Solo che ora Spiderman mira ai suoi cari per arrivare a lei e potersi infine vendicare.

Spiderman si crede un supereroe che salva l’umanità dalle adolescenti inutili, ovvero tutte coloro che si drogano o non hanno rispetto per i genitori. In Lizzy però vede la classica brava ragazza e chissà per quale motivo le risparmia le torture e le sevizie che invece non risparmia alle altre ragazze rapite e uccise. Lizzy diventa così vittima e testimone di un uomo che per quattordici anni riesce a sfuggire alla polizia e all’FBI.

Il personaggio di Lizzy mi ha fatto saltare i nervi dopo 5 minuti. Perchè non cambiare identità e trasferirsi da Sacramento una volta scappata? A me sarebbe sembrata la scelta più ovvia. In questo modo non avrebbe evitato che tutte le persone di cui si è circondata in questi anni non avrebbero corso alcun rischio?

L’unico personaggio a cui mi sono realmente affezionata è Hayley. Una ragazza problematica, sistematicamente stuprata dal compagno della madre e dai suoi amici che decide di voler aiutare Lizzy a catturare Spiderman offrendosi volontaria. Il suo rapimento porterà ad una svolta nelle indagini, che diventeranno serrate e piano piano si chiuderanno attorno al nostro uomo. Peccato che non le venga dato molto spazio, per ora.

Per ora, perchè la serie di Lizzy Gardner conta al momento sei libri. Speriamo almeno che i prossimi siano più avvincenti perchè La tela dell’assassino non mi ha entusiasmata come speravo. La storia si è rivelata fin troppo banale e sconnessa. I flash back di Lizzy sono scollegati al resto della storia e non apportano alcun beneficio alla trama. I personaggi, Jared compreso, sono banali e stereotipati.

Mi spiace molto perchè quando ho richiesto l’omaggio ero entusiasta della storia e invece…

 

#2017readingchallenge


Acquistami: La tela dell’assassino

[penci_review]


Ringrazio Federica e tutta la casa editrice Newton Compton Editori per l’omaggio e per avermi dato la possibilità di collaborare con voi.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: