La tomba maledetta. Il figlio di Ramses #1

La tomba maledetta. Il figlio di Ramses #1La tomba maledetta. Il figlio di Ramses #1

Figlio minore del Faraone Ramses II, Setna è uno scriba di grande saggezza, un mago che sa opporsi alle forze del Male, un guaritore che può sanare le ferite del corpo e quelle dell’anima. È quindi a lui che il Faraone si rivolge per risolvere un mistero che ha gettato un’ombra di terrore sull’Egitto: qualcuno è riuscito a entrare nella “tomba maledetta” e ha rubato il vaso sigillato che contiene il segreto di Osiride, capace di distruggere ogni cosa e di avvelenare il fuoco, l’aria, l’acqua e la terra. Chiunque abbia compiuto quel furto sacrilego è senza dubbio deciso ad annientare il glorioso regno di Ramses e il Paese intero. E potrà essere fermato soltanto da chi, come Setna, non crede nel potere della violenza, ma in quello della verità. Aiutato dalla bellissima Sekhet, figlia di un alto funzionario ed esperta di arti magiche, Setna deve quindi valersi di tutta la sua intelligenza per far luce sul mistero, scoprendo ben presto che non può fidarsi di nessuno, che la corte del Faraone è un nido di vipere, che la sua stessa vita è in grave pericolo. Avrà il coraggio di andare sino in fondo, schivando ambizioni, vendette e tradimenti, e di confrontarsi col Male in persona? Una cosa è certa: dopo, in Egitto, nulla sarà come prima…

Recensione

Un mago nero è riuscito a violare la tomba maledetta contenente un vaso che può portare morte e distruzione in tutto il regno di Ramses II. Ad indagare sul crimine il figlio maggiore Ramesse e un gruppo di soldati scelti. Coinvolgere il fratello minore Setna e la bella Sekhet diventa una scelta obbligata quando vengono coinvolti direttamente. La lotta contro il male è inziata ma cosa riserverà il futuro per il nostri amici?

Menfi, capitale dell’Antico impero, un periodo d’oro caratterizzato dalla costruzione delle gigantesche piramidi e di tanti altri capolavori. Menfi, la città del dio Ptah, creatore del mondo tramite il Verbo e patrono degli artigiani.

Era da tempo che non mi capitava di leggere un romanzo di Chistian Jacq bello come i primi. La tomba maledetta è il primo di una trilogia dal nome Il figlio di Ramses e finalmente ho ritrovato lo stile di un autore di cui mi ero innamorata anni addietro. Ambientata nell’Antico Egitto la storia mescola storia e giallo in un mix che rende fluida la scrittura. Non annoia ma non ti lascia nemmeno troppo con il fiato sospeso. La storia procede spedita fino alla fine, i personaggi si incastrano perfettamente in ogni situazione.

Ritrovare la storia di un popolo che amo fin da bambina mi ha fatto piacere. Leggere le pratiche magiche, le divinità venerate, la posizione della donna in un mondo così antico e pensare a come è stato possibile che sia cambiato tutto così radicalmente… questo è quello che adoro dei libri di Jacq.

Che cosa sono il cibo, i vestiti, i profumi rispetto alla scrittura? Non c’è niente di più prezioso di saper leggere e scrivere: un tesoro che vale più di un’immensa ricchezza.

La tomba maledetta lascia al lettore la possibilità di immaginare gli scenari futuri, sperando nel lieto fine. Un romanzo a cui non ho intenzione di rinunciare. La lettura dei capitoli seguenti continuerà presto.

#2017readingchallenge


Acquistami: La tomba maledetta

[penci_review]

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: