Lavoro a mano armata

lavoro a mano armataLavoro a mano armata

Alain Delambre è un impiegato, un quadro di cinquantasette anni distrutto da quattro anni di disoccupazione, costretto ad accettare lavoretti squalificanti. Al sentimento di fallimento personale si aggiunge presto l’umiliazione di essere maltrattato per cinquecento euro al mese. Così il giorno in cui un imprenditore decide di valutare la sua candidatura come direttore delle risorse umane, Alain Delambre è pronto a tutto, a chiedere soldi in prestito, a umiliarsi di fronte agli occhi della moglie e delle figlie, addirittura è pronto a partecipare all’ultima prova pur di essere assunto: un gioco di ruolo, la simulazione di un rapimento. Alain Delambre si tuffa anima e corpo nella lotta per riconquistare la propria dignità. Ma quando si rende conto che i dadi sono truccati, la sua collera non ha limiti. E il gioco di ruolo si trasforma in un gioco al massacro.

Un tema quanto mai attuale quello che Lemaitre ci propone con Lavoro a mano armata: la disoccupazione. Ma non quella giovanile, in cui si può sempre sperare che i tempi migliorino. La disoccupazione di un uomo di quasi sessant’anni che decide di “abbassarsi” ai lavori più degradanti pur di portare qualcosa a casa. Appena licenziato dalla sua ultima occupazione Alain si trova a partecipare ad una selezione strampalata per un lavoro che si adatta perfettamente alla sua figura di quadro di una grande azienda. Peccato che non sia così semplice. Si dovrà ingegnare ed essere più furbo degli altri per ottenere quel posto e quando pensa di avere ormai vinto su tutti gli altri candidati verrà a sapere che invece il gioco è già stato deciso e non sarà lui a vincere. Ma Delambre ha ancora un asso nella manica…

La disoccupazione è di certo un argomento delicato e molto complesso. Ho trovato assurdo questo pseudo thriller… ho odiato ogni singolo personaggio. Da Alain che crede che bastino due mazzette o due stereotipi per ottenere un lavoro, a Nicole che non è in grado di capire la frustrazione di un disoccupato. E le figlie che devono osservare il lento decadimento di quello che una volta consideravano un eroe.

2 stelle

#2016bingoreadingchallenge

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: