Master Magician

Master MagicianMaster Magician

Durante il suo lungo apprendistato, Ceony Twill ha tenuto nascosto un segreto al suo stesso mentore, Emery Thane: ha scoperto di poter praticare forme di magia diverse dalla propria, un’abilità da sempre ritenuta impossibile da acquisire. Ormai è giunta al termine del suo percorso e sta per affrontare l’esame finale, ma proprio quando tutto sembra andare per il verso giusto ecco che gli imprevisti si mettono sulla sua strada, complicandole un bel po’ la vita. Per allontanare da sé i sospetti di favoritismo, Emery fa testare le qualità di Ceony da un tale Prit, un piegatore che, come tutti sanno, odia il maestro e a cui non importa nulla della sua apprendista. Proprio nel momento in cui un efferato criminale con cui la ragazza ha avuto un tempo a che fare è scappato di prigione e ora è pronto a regolare i conti con il passato. Ceony sa che se vuole evitare la sua vendetta dovrà trovarlo prima che sia troppo tardi, perché colui che ha di fronte è il peggiore dei suoi incubi, il solo in grado di padroneggiare l’unica forma di magia che lei non riesce a dominare…

Recensione

Siamo ancora una volta a Londra nei primi anni del ‘900 e Ceony ha quasi terminato il suo apprendistato presso il mago Thane per diventare una Piegatrice. Ma Ceony non è solo una Piegatrice perchè negli ultimi due anni, dopo la morte di Grath e la scoperta di potersi slegare dal materiale a cui si è stati assegnati, ha continuato ad esercitarsi anche con gli altri elementi senza dirlo a nessuno. Quando scopre dell’evasione di Saraj la paura che per due anni ha cercato di nascondere torna a farle visita e Ceony è l’unica che può salvare la sua famiglia e le persone a cui vuole bene. Questa è la sua occasione per vendicare Delilah e non vuole farsela scappare.

A nulla sono serviti i due romanzi precedenti per Ceony. La sua capacità di attirare guai è indescrivibile. E se non sono i guai a trovare lei state pur certi che sarà Ceony a buttarcisi senza pensarci. In questo terzo e ultimo capitolo della serie Paper Magician avremmo dovuto trovare una Ceony cresciuta, matura e responsabile. Se da un lato lo è di certo, da un lato resta molto infantile. L’amore che prova per Emery non basta a tranquillizzarla e forse ne ha ben donde.

Dopo Paper Magician e Glass Magician era ora di leggere Master Magician (comprato più o meno un anno fa) per concludere una trilogia leggera, adatta a grandi e piccini, con quel mix di realtà e di fantasia che male non fa. L’idea che un mago possa governare un solo elemento sarebbe parso noioso così l’autrice ha pensato di inserire tra le capacità della protagonista anche la possibilità che sia l’unica a saper governare tutti gli elementi.

Ho trovato però il tutto ripetitivo a livello di carattere e struttura del romanzo. Continuo a non capire il motivo di scendere così nel dettaglio sui piatti preparati da Ceony o sulle mille mila decorazioni di carta per questo o quell’evento. Avrei preferito che venisse dato maggior spazio alla magia ai fini della storia. Ai metodi usati da Ceony per imparare a padroneggiare gli altri elementi, non so. A tratti mi è sembrato di leggere qualcosa di già letto.

Quello che ho davvero apprezzato in tutti e tre i romanzi sono le cover. Quando le ho viste per la prima volta sono rimasta a bocca aperta. L’idea di mettere solo delle silhouette e lasciare che sia la nostra immaginazione a fare il resto… è una trilogia che consiglio a tutti gli amanti delle storie fantastiche e… magiche!

#2017readingchallenge


Acquistami: Master Magician

[penci_review]

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: