Questa volta leggo… #1

… Un libro ricevuto in regalo a Natale

E qua le mie risate son diventate insostenibili. Dovete sapere che in casa mia non c’è verso di farmi regalare un libro nemmeno per sbaglio. A nulla servono le WL lasciate in giro per casa, le frecciatine ad amici e parenti e le richieste decisamente poco velate in libreria. Quando La Libridinosa mi ha chiesto se volessi partecipare a questa nuova iniziativa non ho avuto alcun dubbio e così eccoci alla prima puntata della rubrica Questa volta leggo… che coinvolge oltre a me, tantissime altre blogger. Vi lascio il calendario degli appuntamenti proprio qua sotto, passate a trovarle!

Questa volta leggo... #1


Il debitoIl debito

Forse non è il paradiso, ma per Cal Donovan, docente di Storia della religione, è come se lo fosse. Per ringraziarlo del suo ruolo cruciale nel caso del sacerdote con le stigmate, papa Celestino VI ha infatti concesso a Cal un privilegio straordinario: l’accesso illimitato alla Biblioteca Vaticana e all’Archivio Segreto Vaticano; chilometri di scaffali su cui sono conservati centinaia di migliaia tra manoscritti, documenti antichi e reperti inestimabili. E Cal ne approfitta subito per le sue ricerche su un oscuro cardinale italiano vissuto a metà dell’Ottocento, durante i moti rivoluzionari che avevano sconvolto lo Stato Pontificio. Ed è così che s’imbatte in una lettera privata del segretario di Stato dell’epoca, in cui si fa riferimento a un banchiere e alla necessità di trasferirlo in gran segreto fuori Roma. Nel corso degli anni, Cal ha imparato a fidarsi del proprio istinto e quella strana vicenda lo attira come una calamita. Non può tuttavia immaginare che, dalle pagine ingiallite, emergerà un fatto sconcertante: un ingente debito – mai restituito – contratto in segreto dalla Chiesa con una banca gestita da una famiglia ebrea. Né può prevedere la sorprendente richiesta di Celestino: trovare le prove che quel debito è ancora valido. Ma quali sono le reali intenzioni del papa? Cal non è l’unico a porsi quella domanda. Per alcuni membri della Curia è in gioco la sopravvivenza stessa della Chiesa, e sono pronti a usare qualsiasi mezzo pur di fermare le ricerche di Cal e ostacolare i progetti del papa…

Recensione

Per questo primo appuntamento ho scelto di leggere Il Debito di Glenn Cooper e seguito de Il segno della croce.

Non è passato molto tempo dalla morte di Giovanni Berardino che Cal Donovan si reca di nuovo in Vaticano per una nuova ricerca.

È durante una di queste ricerche che scopre l’esistenza di un debito misterioso da parte della Chiesa nei confronti di una banca inglese. Da questo momento in poi la sua vita, quella del Papa e di molte altre persone viene messa a repentaglio.

Glenn Cooper è un autore che mi piace molto. Dopo Il segno della croce è venuto il turno de Il Debito, un libro che appassiona e angoscia al tempo stesso.

Premetto che i due libri, seppur collegati tra loro dal protagonista, si possono benissimo leggere singolarmente. Forse mi sfuggirà qualche passaggio ma resta godibile a prescindere dal primo capitolo.

Esattamente come nel primo romanzo con protagonista Cal Donovan, ho trovato Il Debito fantastico. È un romanzo che non annoia, che porta alla luce un campo, quello della Teologia, in una veste nuova e meno pesante.

Nel dettaglio si parla di un debito contratto circa centosettanta anni prima da parte della Chiesa nei confronti della banca Sassoon, gestita da sempre da ebrei. A conti fatti il debito ha raggiunto una somma elevatissima e papa Celestino si trova a dover affrontare questa crisi, pur sapendo che una causa bloccherebbe per sempre il risarcimento.

E qui viene il bello perchè Celestino ricalca molto verosimilmente papa Francesco. La missione di entrambi è aiutare il povero, la carità cristiana di cui la Chiesa si è sempre fatta portavoce, la residenza nella modesta Santa Marta e infine, il meglio, l’arte. Opere, sculture, quadri. Non è forse anche questo un patrimonio della Chiesa, spesso sottovalutato?

La narrazione di Cooper riesce a coinvolgermi fin dalle prime battute. Non importa il numero di pagine dei suoi romanzi, li leggerai in brevissimo tempo e nemmeno te ne sarai reso conto. Vecchi e nuovi personaggi si danno il cambio per tenere alta l’attenzione, i colpi di scena e le battute non mancheranno.

Tra i nuovo personaggi ho apprezzato moltissimo suor Elisabetta e Julian Sassoon. Il motivo? Dovete leggere Il Debito per capirlo. Tra i vecchi ho apprezzato l’apparizione di Tommaso Cecchi, fondamentale per la storia. Nuovi intrighi e nuovi segreti vi aspettano in questa nuova avventura di Cal, il professore più sexy di Harvard!

[penci_review]


Ringrazio Chiara de La lettrice sulle nuvole, Dolci de Le  mie ossessioni librose e Laura de La Libridinosa.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: