Rebel (Halo #1)

rebel-alexandra-adornettoRebel

È la prima volta che Bethany scende sulla Terra. Come tutti gli altri angeli, lei ha sempre vegliato sui mortali dall’alto, ma ora le forze del Male stanno prendendo il sopravvento, perciò è necessario un intervento diretto. Anche se sembra un’adolescente qualsiasi, Bethany deve proteggere le persone senza lasciarsi coinvolgere. Neppure da quel ragazzo che sa renderla felice solo con un sorriso, il ragazzo che le ha fatto scoprire l’amore terreno. Tuttavia, pur di restare accanto a lui, Bethany deciderà di sfidare il Cielo…

Bethany, Gabriel e Ivy sono Angeli. Sono stati mandati sulla Terra per combattere il male ma per farlo devono sperimentare la vita sulla Terra. I sentimenti, il dolore fisico, la paura, l’amore… A causa di Jake, demone mandato sulla Terra per scatenare caos e distruzione, i tre Angeli sono costretti a patire tutto quello che di umano possa capitare. Come tutti i YA che si rispettino scopriamo presto le vicende amorose dei nostri protagonisti. Il cattivo si innamora della bella Bethany ma lei a sua volta si innamora di Xavier. Bello, dolce, serio e… umano. Bethany in un attimo dimentica quale sia la sua missione e se ne fregherà bellamente di coloro che l’han mandata sulla Terra.

Dunque, perchè ho deciso di leggere Rebel (che fa parte di una serie chiamata Halo)? Proprio non lo so. Io amo i fantasy, amo le storie con vampiri, licantropi, esseri soprannaturali e dopo Alakim anche in un certo senso gli Angeli. Al contrario di Alakim, figlio di Lucifero in persona, Bethany è un Angelo minore ma è indubbiamente amata e stimata dai fratelli. Il suo spirito ribelle la porta ad essere attratta da tutto ciò che è proibito, umani compresi.

A questo punto Bethany, da Angelo con missione da compiere, si trasforma in una ragazzina di 15 anni ad un concerto dei One Direction. Si dimentica di Jake il cattivone per dedicarsi al bel Xavier che è ovviamente il classico re del liceo. Bello da mozzare il fiato, bravissimo negli sport, apprezzato e amato da tutti. Dalla morte della sua unica ragazza non ha più amato nessuna ma Beth riesce a fargli battere di nuovo il cuore.

Che palle! Ma non siamo stufi di questi personaggi sterotipati? Mi ricordano tanto Bella e Sberluccichino (Edward)… dov’è finita la missione da compiere, il cattivo da eliminare e la dignità di noi ragazze? Ma il più bello deve ancora venire. Ad un certo punto della storia Beth si svela al suo bello. “Sono un Angelo”. E lui? Niente, non fa una piega.

E’ come se l’uomo della mia vita mi dicesse di essere un vampilantropo e io: oh guarda, piove! Non è un tantino poco realistico? O meglio, ci stupiamo se il nostro presunto moroso ci dice che magari ha un’altra ragazza ma non se ci dice che è un angelo?????

E niente, voglio incontrare Angeli più angelici. Quelli che rispettano le regole e le infrangono solo per un giusto motivo che non è l’infatuazione del bello o della bella di turno. Ah, come rimpiango Alex e Sam. Il mio demone e il mio angelo preferiti (Per scoprire di cosa parlo leggete QUI)!

Non solo Rebel non mi è piaciuto ma ne sconsiglio la lettura! Una storia infantile e fin troppo scontata, particolarmente noiosa e assurda.

2-rating

#2016bingoreadingchallenge

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: