[RECENSIONE] La cattedrale dei vangeli perduti – Omaggio #36

La cattedrale dei vangeli perdutiLa cattedrale dei vangeli perduti

Mentre in città un misterioso assassino traccia una croce di sangue sulla fronte delle sue vittime, in Vaticano qualcuno sta tramando per uccidere il papa. Raphael Dardo, agente segreto del duca Cosimo I de’ Medici, è a Roma con una missione: proteggere la vita di Pio IV e scoprire chi muove i fili della congiura. L’indagine lo porterà a fare ricerche tra cavatori di tesori, maghi, profeti eretici, nobili indebitati e potentissimi cardinali; dai piani alti del potere fino alle profondità labirintiche delle catacombe paleocristiane. Perché sono proprio quei cunicoli a nascondere qualcosa di estremamente prezioso e pericoloso, qualcosa di cui tutti sembrano desiderosi di impossessarsi, per poter poi esercitare qualsiasi forma di ricatto. Se vuole salvare se stesso, le persone che ama, il papa e l’intera Chiesa, Raphael deve scoprire cosa si nasconde nel ventre di Roma. E deve farlo al più presto…

Recensione

Incontriamo per la seconda volta Raphael Dardo, dopo Il cacciatore dei libri proibiti. Se nel primo romanzo abbiamo conosciuto il protagonista con questo secondo romanzo facciamo un salto temporale di parecchi anni per approfondirne la conoscenza.

L’amico fidato Ariel è morto e al suo posto facciamo la conoscenza di Sara, figlia di Ariel, e del piccolo Ariel. Figlio di Raphael e Selvaggia, morta anche lei. Sempre al servizio della famiglia Medici, anche questa volta il protagonista dovrà sventare omicidi, fare ricerche e portare al Papa dei testi andati perduti da secoli e ritornati alla luce solo da poco. Ma la missione mette a dura prova l’uomo e aiutato da Sara e dall’amico fidato Leccacorvo cercheranno di portarla a termine, soprattutto se è in gioco la vita del piccolo Ariel.

Se il primo mi era piaciuto moltissimo questo non è da meno. La storia è interessante e i personaggi svolgono il loro ruolo all’interno del romanzo. Ho trovato la narrazione a tratti noiosa, con lunghe spiegazioni di scarso interesse. Il personaggio di Raphael ovviamente ha un mutamento, cresce e si evolve in continuazione per tutta la durata de La cattedrale dei vangeli perduti.

Adorato il personaggio di Leccacorvo e spero di ritrovare in altri romanzi la figura di Sara. È uno di quei personaggi che spicca all’interno della storia come un faro. Un porto sicuro, una persona di cui ci si può fidare senza riserve.


[penci_review]


Ringrazio Federica e tutta la casa editrice Newton Compton Editori per l’omaggio e per avermi dato la possibilità di collaborare con voi.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: