Review Party – La promessa del buio – Omaggio #29

La promessa del buioLa promessa del buio

2017. Sono passati venticinque anni da quella notte di Ferragosto. Vanni sta per togliersi la vita ma prima di farlo registra una cassetta. È per il suo vecchio amico Bebo, il socio. Sul lato A c’è il rock che ascoltavano da ragazzi, sul lato B Vanni ricorda e racconta cosa avvenne nell’estate del 1992.

Bebo prende la cassetta e parte verso la Maremma con la sua vecchia Ford. Ha una pistola nella tasca del giubbotto e deve mantenere un patto: “pareggiare i conti”. Mentre viaggia accompagnato dalle canzoni dei Nirvana, Metallica, Screaming Trees, ripensa alla voce dell’amico. L’energia dei loro sedici anni, la capanna nascosta sul fiume e le vacanze con i milanesi Guia e Giorgio tornano a vivere. All’improvviso, una morte violenta. Niente più tuffi dal pontile, grigliate e occhi in su a guardar le stelle: i quattro ragazzi diventarono adulti.

In un continuo alternarsi tra passato e presente, la vita spensierata di un gruppo di amici si trasforma in un dramma avvolto nel mistero. E dopo venticinque anni la voce di Vanni è di nuovo con Bebo per svelare la verità.

Recensione

Un nuovo romanzo per Riccardo Bruni. La promessa del buio esce oggi e io, insieme ad altre 5 blogger, abbiamo avuto la possibilità di leggerlo in anteprima. È un romanzo che un po’ mi ha ricordato La notte delle falene, dove a raccontare la storia era la protagonista morta.

Anche qui, attraverso una vecchia musicassetta, è Vanni a raccontarci una storia. Vanni che si è tolto la vita da poco ma che sente il bisogno di raccontarci una storia che cambierà la vita del suo amico Bebo e non solo. È il 1992 e un gruppo di adolescenti non ha altri pensieri se non godersi la vacanza. Vanni e Bebo, amici da molti anni, sono angustiati chi dal bullo di quartiere e chi dal patrigno violento. A far compagnia ai due sono gli amici milanesi Giorgio e Guia. Tutto sembra andare bene finchè al loro capanno segreto arriva Eva, la ragazza dell’uomo più pericoloso del paese. Eva vuole scappare, lasciare quella vita e cominciarne una nuova. Ma non hanno fatto i conti con tutto quello che l’estate, l’adolescenza e l’amore può cambiare.

Ho adorato l’idea di far sentire la voce di Vanni tramite una vecchia audiocassetta. 45 minuti in cui racconta a Bebo cosa è successo la notte del 15 agosto, la notte che ha per sempre cambiato la vita di tutti i protagonisti. Ho immaginato Vanni, una pillola dietro l’altra, mentre racconta di un gruppo di ragazzi che sognava la libertà ma che uno scherzo del destino ha ingabbiato tutti. Ho immaginato Bebo, dopo il carcere, mentre ascolta questa storia e si rende conto di aver perso 25 anni senza nemmeno vendicare la ragazza che aveva giurato di proteggere.

Lo stile è quello che amo. Due piani temporali, due storie che si intrecciano e finiscono per fondersi insieme. La scrittura fluida, la Toscana… a-d-o-r-o! La promessa del buio è un thriller avvincente, che mi ha catturata fin dalle prime pagine e che mi ha tenuta incollata alle stesse fino alla fine. Letto in un pomeriggio, avida di sapere come sarebbe finita la storia.

Se vi piacciono i thriller italiani non potete perdervi La promessa del buio.


[penci_review]


Ringrazio Riccardo per l’omaggio e per avermi dato la possibilità di promuovere il tuo romanzo.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: