Snowden – Omaggio #2

Snowden

Tutto è cominciato con un’email dal contenuto interessante: «Sono un membro di alto grado dell’intelligence americana». Ciò che ne è seguito è la detonazione più spettacolare del mondo dello spionaggio mai avvenuta, grazie al coraggio e alla determinazione di un uomo straordinario. Edward Snowden, trentenne genio informatico, già agente CIA sotto copertura, lavora per l’NSA, l’ente di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, quando nel 2013 decide di rivelare i dettagli di alcuni programmi di sorveglianza di massa fino ad allora tenuti segreti. È uno shock per l’opinione pubblica, i principali quotidiani diffondono notizie sempre più imbarazzanti per l’amministrazione americana. L’ulteriore denuncia delle intercettazioni telefoniche verso diplomatici e leader politici di Paesi “amici” genera un dibattito pubblico sui pericoli del monitoraggio globale e sulla minaccia per la privacy individuale. In un’appassionante inchiesta investigativa che si legge come un romanzo di spionaggio, il pluripremiato giornalista Luke Harding racconta la storia di Snowden, dalle terribili settimane in cui divulga parte dei file da Hong Kong alle comunicazioni con Julian Assange e la sua WikiLeaks, fino alla sua battaglia per l’asilo politico. Harding ricostruisce la vicenda dell’uomo più ricercato del pianeta basandosi sulle diverse fonti e facendo rivivere al lettore quello che è accaduto in modo dettagliato e intrigante. Un’opera che fa riflettere sulla posta in gioco per i cittadini del terzo millennio: la loro libertà.

Recensione

Un ragazzo senza un diploma nè senza una laurea nell’arco di un decennio diventa l’uomo più ricercato del mondo. Di questo ci parla il giornalista Luke Harding. Ogni capitolo è dedicato ad un momento preciso della storia dell’hacker, Edward Snowden. Lui che non aveva nemmeno un diploma, figuriamoci una laurea e nonostante questo riesce a trovare lavoro all’NSA, l’agenzia che si occupa della sicurezza nazionale negli Stati Uniti. Di lì a poco Snowden subisce una trasformazione. Da un semplice ragazzino si trova a vendere segreti, diventa una spia.

Danneggiano la nostra economia, danneggiano il nostro Paese, limitano la nostra capacità di parlare, pensare, vivere ed essere creativi, di avere relazioni, di associarci liberamente…

Harding ci porta in varie tappe del percorso, dai primi incontri fino alla sua venuta alla scoperta rendendolo in breve tempo una minaccia per gli Stati Uniti e quindi ricercato.

Questo è il primo libro davvero terribile che io abbia letto nel 2017. Noioso nonostante si parli di un argomento interessantissimo. E’ scritto nello stile giornalistico che contraddistingue Harding, pieno di dettagli che mi hanno fatta annoiare ancora di più. Il personaggio di Snowden è ben caratterizzato, le sue motivazioni ben delineate. Ma non è bastato a farmi piacere la sua storia.

#2017readingchallenge


Ringrazio Simona e tutta la casa editrice Newton Compton Editori per l’omaggio e per avermi dato la possibilità di collaborare con voi.

 

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: