Stockholm Confidential

Stockholm ConfidentialStockholm Confidential

Solveig Berg è la più promettente giornalista d’inchiesta di Stoccolma: la città non ha segreti per lei. Ma basta un solo passo falso perché la sua carriera scivoli inesorabilmente verso il baratro. In un battito di ciglia, non le rimane che il suo blog, Stockholm Confidential, e qualche aggancio col jet set che ancora le permette di intrufolarsi negli eventi che contano. È così che inciampa in quello che potrebbe essere lo scoop della sua vita… ma anche il gioco più pericoloso e letale che abbia mai affrontato. Il party è di quelli che non si dimenticano, per il semplice fatto che a organizzarlo è Lennie Lee, fotografo di moda e proprietario di una rivista scandalistica. Lennie ama la bella vita e adora circondarsi di modelle. Ma quando la top model Jennifer Leone viene trovata morta in circostanze sospette, Lennie si trova a dover escogitare di tutto pur di stare a galla in acque sempre più buie e pericolose. Anche perché c’è una testimone, proprio Solveig, che ha visto come sono andate veramente le cose. E Solveig non ha intenzione di andare dalla polizia, no: lei vuole usare ciò che sa per realizzare lo scoop della sua vita. Anche a costo di metterla a repentaglio, quella vita…

Recensione

Quando la caduta è vertiginosa, risalire è impossibile. A meno di non infrangere tutte le regole, correre tutti i rischi… E sfidare anche la morte.

Un thriller nordico più noioso penso di non averlo mai letto… Da giornalista affermata Solveig si ritrova ad essere una semplice blogger che deve districarsi tra un turno e l’altro in un fast food e un articolo sul blog. Quando una modella incontrata poche ore prima muore, Solveig sente odore di scoop e inizia ad indagare. Ma la morte di Jennifer non è la sola con cui si scontra la reporter e sembra che il collegamento tra le due morti sia Lennie Lee, fotografo di moda e proprietario di una rivista molto famosa.

Al di là della storia, che alla fine non è malaccio, quello che non mi è piaciuto è lo stile dell’autrice. Non ho idea di come io abbia fatto a finire questo thriller che sembra non venire mai a capo di nulla. La morte di Jennifer è sicuramente sospetta e la successiva morte di Carlos lo è ancora di più. In entrambi casi il colpevole sembra Lennie Lee che voleva liberarsi di entrambi nel più breve tempo possibile. Jennifer in quanto sua amante, per evitare di essere lasciato dalla moglie; Carlos per motivi personali.

La fantomatica festa di cui si parla all’inizio del romanzo sembra che non debba esserci mai. Anche questa volta l’unica cosa che si evince dal romanzo è l’importanza e il potere dei soldi. Se sei ricco puoi fare qualunque cosa…

Il personaggio di Solveig non mi ha trasmesso niente. Si piange addosso, si rassegna all’ovvio e invece di investire nel proprio mestiere torna a lavorare nel solito fast food in attesa dello scoop che la riabiliti. Lennie Lee al contrario, sa esattamente cosa vuole e come lo vuole. Ma dissimula bene. Tradisce la moglie e i suoi collaboratori senza batter ciglio, il suo unico scopo è salvare se stesso.

La pubblicità per questo romanzo è stata strepitosa, la cover mi ha fatto innamorare all’istante. Ma la storia non è stata per niente all’altezza delle mie aspettative. Il finale non è un finale, sembra possa seguire un seguito anche se Stockholm Confidential per ora dovrebbe essere un autoconclusivo.

#2017readingchallenge


Acquistami: Stockholm Confidential

[penci_review]

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: