The Dome

domeThe Dome

In una tiepida mattina d’autunno, una cupola trasparente cala all’improvviso dal cielo sopra una sonnolenta cittadina del Maine, isolandola dal resto del mondo. Una misteriosa, impenetrabile lastra che intrappola al suo interno duemila persone e che presto crea tra loro un’altra separazione, altrettanto invisibile e letale: quella fra gli onesti e i malvagi. Ma tutti, buoni e cattivi, dovranno fare i conti con la cupola, un incubo da cui sembra impossibile salvarsi. Perché ormai il tempo sta finendo, proprio come l’aria… Da questo romanzo è tratta la serie tv cult “Under the dome“.

Chi si è guardato la serie tv Under the Dome senza aver letto il libro sappia che già la prima puntata è completamente diversa da come viene narrata da Stephen King nel suo The Dome. Io ho guardato solo la prima puntata ma avevano concentrato già alcuni episodi che sarebbero successi solo a metà romanzo, stravolgendone altri come l’arrivo della Cupola (The Dome).

Chester’s Mill è un paesino a forma di calzino con poco più di un migliaio di abitanti. I personaggi del romanzo sono parecchi, come piace al buon vecchio Steve, ma ognuno di loro ha una sua importante rilevanza al fine del romanzo. Il giorno che cade la Cupola su Chester’s Mill un uomo sta cercando di lasciare il paese perchè vuole evitare di finire morto ammazzato. Non fa però in tempo ad uscire che cala la Cupola, che terrà tutta la popolazione sotto scacco per una settimana intera. Quest’uomo si chiama Dale Barbara, Barbie, ed è un cuoco. Ok è anche un ex soldato e diventerà un colonnello ma per il momento è solo un cuoco. Nel telefilm è un attore con un certo charme e ammetto che anche nelle mie fantasie di lettrice è davvero un figo pazzesco. Ah la fantasia…

Tra i “buoni” sono da ricordare Barbie, Rose, Twitch, Julia, Jackie, Rusty, Linda, Rommie, Joe, Benny, Norrie.. insomma un sacco di gente!

Tra i “cattivi” avranno un ruolo fondamentale Big Jim Rennie e il figlio Junior, Pete Randolph e la sua squadra di bimbiminchia armati.

Se Barbie è solo un cuoco si sappia solo che Big Jim vuole essere il padrone della città e farà tutto ciò che è in suo potere per diventarlo, accusando il nostro belloccio di cospirazione, omicidio, fomentazione delle masse… la Cupola per lui è solo l’occasione che aspettava da sempre. Quale modo migliore di irretire le masse e di prendere il potere se non quando la popolazione è intrappolata dentro un campo di forza inspiegabile?

A parte la trama che è “da urlo” devo dire due cose:

  1. all’inizio il romanzo è lento… non si capisce come ogni capitolo sia collegato all’altro fino ad un terzo del tutto. Dopo si fa tutto più chiaro e vi assicuro che come ogni romanzo di Stephen King diventa strepitoso!
  2. suppongo si tratti solo di una contraddizione sfuggita a editor e autore. In un certo passaggio il consigliere bamboccio deve dire ad un tale che si fa chiamare Chef che la sua adorata moglie è morta. Mentre fa l’annuncio pensa tra sè che non comunicherà allo sventurato che la morte è stata conseguenza di uno stupro ai danni della moglie che è stato prontamente nascosto sotto la sabbia. Un paio di capitoli più avanti però lo Chef, prima di iniziare a far strage di corpi, urla ad un tale che deve morire per aver stuprato la moglie.

Ora, io non sono un genio ma suppongo di essermi persa il momento in cui il segreto è stato svelato. A parte questo, The Dome è uno dei romanzi più pieni di suspense che io abbia mai letto. Ogni capitolo è una nuova scoperta, un colpo di scena dietro l’altro. Se non l’avete letto ma avete o state seguendo la serie tv ormai famosa Under the Dome vi consiglio di leggerla, se l’avete letta allora lasciatemi un vostro commento in merito.

Un libro diventato una serie TV

#2015readingchallenge

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: