The Giver Saga

the giverThe Giver Saga

The Giver – Il donatore

Jonas ha dodici anni e vive in un mondo perfetto. Nella sua Comunità non esistono più guerre, differenze sociali o sofferenze. Tutto quello che può causare dolore o disturbo è stato abolito, compresi gli impulsi sessuali, le stagioni e i colori. Le regole da rispettare sono ferree ma tutti i membri della Comunità si adeguano al modello di controllo governativo che non lascia spazio a scelte o profondità emotive, ma neppure a incertezze o rischi. Ogni unità familiare è formata da un uomo e una donna a cui vengono assegnati un figlio maschio e una femmina. Ogni membro della Comunità svolge la professione che gli viene affidata dal Consiglio degli Anziani nella Cerimonia annuale di dicembre. E per Jonas quel momento sta arrivando. Vincitore di numerosi riconoscimenti letterari tra cui la prestigiosa Newberry Medal, acclamato dalla critica ufficiale e tradotto in trenta paesi (con 6 milioni di copie vendute), The Giver – Il Donatore è stato censurato in molte scuole americane perché accusato di trattare temi come la sessualità, l’eutanasia e l’infanticidio in modo esplicito. Titolo originale: ”The Giver” (1993).

La rivincita – Gathering Blue

In una comunità del futuro prossimo, tornata ad uno stadio di vita semi-primitiva, un gruppo di funzionari, conosciuto come il Consiglio dei Guardiani, amministra le leggi dominando la popolazione dall’interno dell’unico edificio moderno del villaggio. Tutti vivono in capanne rudimentali, in lotta per la semplice sopravvivenza, incapaci di qualunque sentimento di empatia e di pietà. I più deboli sono emarginati e rifiutati, ma nonostante questo Kira, deforme dalla nascita, sarà l’unica in grado di guardare oltre quella coltre di abbrutimento a cui tutti sembrano ormai rassegnati. La Rivincita – Gathering Blue è il secondo libro della trilogia di Lois Lowry aperta da The Giver – Il Donatore. Di prossima pubblicazione nella Y il terzo libro: Messenger.

Messenger – Il messaggero

In una realtà futura segnata da “forme di governo spietate, punizioni atroci, inguaribile povertà o falso benessere”, i difetti fisici sono puniti con la pena di morte. Ma nel Villaggio in cui Matty abita anche gli ultimi della scala sociale sono accolti e tenuti in grande considerazione. La comunità è gestita dal Capo, una versione adulta del Jonas di The Giver – Il Donatore. Matty lavora per il Veggente, un vecchio cieco che lo ha aiutato a maturare. Ma adesso qualcosa sta cambiando, i rifugiati improvvisamente non sono più i benvenuti al Villaggio e gli abitanti stanno diventando vanesi e ottusi. A Matty, uno dei pochi capaci di districarsi nella fitta Foresta che circonda il Villaggio, viene affidato il compito di portare il messaggio del drammatico cambiamento ai paesi vicini. Purtroppo la Foresta, animata ora da una forza oscura, si rivolta contro di lui e Matty si trova a fronteggiare il pericolo armato solo di un nuovo potere, che ancora non riesce completamente a comprendere.

Son – Il figlio

Questa è la storia di Claire, ma anche di Gabe, Jonas, Matty, Kira e di molti altri personaggi dell’inquietante realtà distopica di The Giver. Claire ha 14 anni, le è stato assegnato il ruolo di «Anfora» e ora sta per partorire. Nessuno le ha spiegato niente al Villaggio, dove i dolori del parto sono minimizzati come un breve «fastidio». Nessuno l’ha avvertita che dovrà portare una benda che le impedirà di vedere il suo «Prodotto». Così tutto sarà più semplice, la rassicurano i medici. Invece Claire subisce il primo cesareo della Comunità e viene «decertificata» e assegnata alla piscicoltura. I dottori perdono interesse per lei e dimenticano di prescriverle il medicinale obbligatorio che reprime ogni pulsione ed emozione. Claire è sconvolta da una sensazione di perdita: il suo unico scopo è trovare suo figlio. Al vivaio ittico incontra la ciurma della nave dei rifornimenti, giunta da un luogo sconosciuto chiamato «mare», e sarà proprio il mare a portarla dove vuole arrivare.

Cosa dire di questa saga? The Giver mi è piaciuto molto. Mi sono innamorata di Thomas prima e di Matt dopo, che ritroviamo nel terzo libro cresciuto e ormai vicino all’età adulta. Jonas, il protagonista che da’ inizio a tutta la storia nel corso di tutti i romanzi si vede sporadicamente, escludendo il primo che è tutto incentrato sul suo addestramento. La Comunità in cui vive Jonas è una Comunità “perfetta”, tutto studiato nei minimi dettagli. Dal matrimonio all’assegnazione di figli, dall’istruzione all’assegnazione del lavoro che farai tutta la vita. Fin quando Jonas non fa l’unica cosa che nella Comunità è vietata. Lasciarla.

Arriviamo a La Rivincita. La storia qua si svolge in un posto molto diverso dalla Comunità ma per certi versi simili. Si anela alla perfezione e chiunque sia diverso viene mandato via. Quando Kira resta sola viene “adottata” dai Guardiani del villaggio ma capisce ben presto che non è passata ad una vita migliore ma solo ad una vita di prigionia mascherata dallo sforzo. Ritroviamo anche lei insieme a Matt ne Il messaggero. Qua troviamo di nuovo Jonas a capo del Villaggio dopo che è scappato dalla Comunità. La vita prosegue felice, le differenze non esistono e ognuno ha il suo ruolo. Matt diventa il messaggero tra il Villaggio e le altre realtà ma si ritroverà a dover affrontare un qualcosa che non si era mai verificato prima. E il cerchio si chiude con Il figlio. Qua ritroviamo tutti i personaggi trovati nei precedenti romanzi: Jonas, Kira, Gabe e Claire. Storia con lieto fine, come sempre.

Ma parliamone. Perchè la Lowry non ha approfondito la vita nella Comunità? Cosa ne è stata della stessa quando Jonas ha iniziato a rilasciare le emozioni agli abitanti? Cosa ne è stato del Donatore? Anche se i romanzi non mi son dispiaciuti avrei preferito che non si divagasse con altri personaggi ma che venisse descritta la Comunità dopo che Jonas scappa. Scritto bene, niente da dire. Ma mi aspettavo di più. Non ho visto il film e non so se lo guarderò.

Un libro ambientato nel futuro

#2015readingchallenge

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: