Una casa di acqua e cenere

casaUna casa di acqua e cenere

Questo romanzo inizia con un delitto compiuto oggi, negli Stati Uniti. Crudele e misterioso come tutti i delitti. Anzi forse ancora di più. Chi poteva desiderare la morte dei Mitra, anziani e pacifici coniugi di origine indiana? E come mai l’assassino ha deciso di pugnalarli nel sonno, mentre dormivano abbracciati? A questo punto, ci aspetteremmo di leggere d’indagini, di prove, d’indiziati. Invece no. Voltando pagina, ci ritroviamo catapultati indietro nel tempo, nel 1843, e lontano, in Irlanda. Perché la morte dei coniugi Mitra ha le sue origini lì, in quel Paese devastato dalla carestia, da cui fuggono due amici: il primo, Pàdraig, per uno scherzo del destino si ritrova su una nave diretta in India. L’altro, Brendan, s’imbarca verso l’America, convinto che il sogno di una vita migliore possa diventare realtà. La storia di entrambi – e quella dei loro figli, e poi dei loro nipoti… – sarà ricca di tutte le sfumature dell’avventura umana: incontri, passioni, tragedie, avventure, amori e tradimenti tracceranno un arabesco colorato e imprevedibile, che si dipanerà lungo il filo della Storia e del mondo intero. Ma sarà soltanto ai nostri giorni che i due fili si salderanno in un nodo di sangue… Perché noi tutti siamo come case, piene di ricordi e di emozioni. Perché noi tutti siamo come case d’acqua, in perenne movimento, talvolta limpide, talvolta oscure.

Cosa dire di Una casa di acqua e cenere? Beh sicuramente vale la pena leggerlo. Sappiate però che è un bel librone pesante. I personaggi hanno capitoli dedicati, intensi e fondamentali ognuno a modo suo. Non pensate quindi di leggere un romanzetto leggero perchè ne restereste delusi. Ci ho messo parecchio a terminarlo, più di una volta son stata tentata di lasciarlo per riprenderlo più avanti ma son stata felice di non averlo fatto. Son sicura che non l’avrei più ripreso.

Tra un viaggio e l’altro Kalyan Ray ci porta dall’Irlanda, all’India e infine anche in America. Tra vite terminate e vite iniziate, Una casa di acqua e cenere ci racconta di come il passato a volte può incidere pesantemente con il futuro e con il presente. Sì perchè è quello che viene proposto questa volta, il passato si fonde con il presente fino a separarsi e riunirsi. Un libro intrigante ma che ho trovato lo stesso pesante in alcuni passaggi.

Un libro che è stato scritto originariamente in una lingua diversa

#2015readingchallenge

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: